Il mio cuore iniziò a bruciare a tre colori

Dic 10

Quando partii per l’Inghilterra non avevo ancora chiaro quale sarebbe stato il mio paese di missione, certo non volevo fosse l’Italia, fin da ragazzina dicevo al Signore: ” Sono pronta ad essere mangiata dagli Zulu se fosse necessario, ma non voglio andare in Italia” La situazione qui era troppo complicata, non esisteva uno sbocco di servizio in quanto donna giovane, 15 anni fa al massimo alle donne veniva concesso di cantare, ed era proprio la cosa che non sapevo fare! Guardavo lontano, in paesi poveri, non volevo trovarmi incastrata di una situazione di chiesa stagnante come quella Italiana. Qualche mese prima ero stata in missione in Croazia durante la guerra, distribuivamo camion di viveri e portavamo l’Evangelo ai campi profughi, vedere tanta povertà e tanto bisogno mi fece credere che forse quello poteva essere il mio campo di missione, ma tutto era in “forse”. Lì in Inghilterra, una volta a settimana si faceva la nottata di preghiera, ed un dipartimento diverso della missione doveva organizzarla, e quando toccò al mio team mi fu data l’occasione di presentare la situazione del sud Europa. Nel prepararmi per questo compito mi si aprì davanti agli occhi una situazione di una tale povertà spirituale che superava di gran lunga alcune nazioni Africane e Asiatiche, davanti alla realtà che in alcuni paesi perseguitati c’era una percentuale di credenti maggiore a quella Italiana, mi fece rendere conto di una situazione che avevo sottovalutato. Quando quella sera iniziai a parlare della realtà del sud Europa, Italia inclusa, mi si accese un fuoco che non so spiegare, un calore dentro che mi emozionava, ci emozionò tutti, molti hanno pregato con lacrime e passione quella sera, ed io da allora non potevo smettere di piangere quando pregavo per l’Italia, si era acceso un fuoco ed un’urgenza dentro di me, una passione per un paese dove io non sarei mai voluta andare…e sapevo che era Dio. Che gentiluomo! Lui non ci forza in una strada che non vogliamo percorrere, ce ne fa innamorare, ci fa appassionare e ci accompagna in un cammino dove possiamo esclamare: Non era premeditato da me, è la tua volontà, com’è affascinante questa vita cristiana. Ah amata Italia che ancora non conosce l’Evangelo, alzando gli...

Read More